Gonna stretta

Gonna stretta

Un autobus si ferma per far salire i passeggeri e la prima della fila è una signora con la gonna talmente stretta da non riuscire ad allungare la gamba per salire sul primo gradino.
Un po’ imbarazzata, sorride all’autista, mette una mano dietro e abbassa un po’ la cerniera pensando che così ce l’avrebbe fatta. Cerca di salire, ma ancora non riesce. Sentendosi ancora più imbarazzata abbassa ancora un po’ la cerniera sperando che la gonna in questo modo sia larga a sufficienza, ma ancora non riesce a muoversi. Completamente rossa dalla vergogna, mette nuovamente la mano dietro e abbassa completamente la cerniera fino in fondo ma gli effetti non cambiano assolutamente. A questo punto il ragazzo dietro di lei la prende per la vita e la solleva di peso mettendola sull’autobus.
Lei furiosa si gira e gli grida: “Come osa toccarmi? Io non La conosco neanche!”
E lui, con un sorriso, le dice a bassa voce: “Beh, signora, di solito io non faccio queste cose, ma, dopo che Lei, per tre volte, ha abbassato la cerniera dei miei pantaloni, ho pensato che fossimo diventati amici…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *